13/02/2013

Il 31 dicembre 2023 è stata stabilita la proroga delle norme riguardanti gli Esami di Stato di abilitazione per alcune professioni regolamentate, tra cui dottore agronomo, architetto, ingegnere e altre.

Le Commissioni riunite del Senato hanno approvato gli emendamenti sui settori della conoscenza, che stabiliscono la possibilità per il Ministero dell’università e della ricerca di definire l’organizzazione e le modalità della prima e della seconda sessione degli esami di Stato. In particolare, è stata menzionata la possibilità di utilizzare modalità di svolgimento diverse da quelle ordinarie, compresa quella a distanza, per le attività pratiche o di tirocinio previste.

Tuttavia, la scelta finale sulla modalità d’esame sarà presa dal Ministero dell’università e della ricerca, in base alle esigenze specifiche di ciascuna professione e alla situazione sanitaria e logistica in vigore. Si dovrà quindi attendere i decreti attuativi, che erano previsti per marzo 2023, per conoscere ulteriori dettagli sulla questione.

Gli emendamenti sui settori della conoscenza approvati dalle Commissioni riunite del Senato hanno stabilito:

Esami di Stato di abilitazione per alcune professioni regolamentate

Prorogate al 31 dicembre 2023 le norme secondo cui, in deroga alle vigenti disposizioni normative, con uno o più decreti del Ministro dell’università e della ricerca possono essere:

  • definite l’organizzazione e le modalità della prima e della seconda sessione dell’anno 2023 degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio delle seguenti professioni regolamentate: dottore agronomo e dottore forestale, architetto, assistente sociale, attuario, biologo, chimico, geologo, ingegnere, tecnologo alimentare, dottore commercialista ed esperto contabile;
  • individuate modalità di svolgimento diverse da quelle ordinarie, ivi comprese modalità a distanza, per le attività pratiche o di tirocinio previste.

Nella frase viene menzionata la possibilità di definire “modalità di svolgimento diverse da quelle ordinarie, ivi comprese modalità a distanza, per le attività pratiche o di tirocinio previste”. Ciò significa che il Ministero dell’università e della ricerca potrebbe decidere di utilizzare modalità di svolgimento diverse, tra cui eventualmente anche la modalità a distanza, ma non è detto che questa sia l’unica opzione disponibile.

Leggi anche   Esame di Stato Architetto 2017 #date e #sedi

In altre parole, la modalità a distanza è una delle opzioni che potrebbero essere utilizzate per le attività pratiche o di tirocinio previste per le professioni regolamentate elencate, ma non è l’unica possibilità. La decisione finale su quale modalità utilizzare sarà presa dal Ministero dell’università e della ricerca, sulla base delle esigenze specifiche di ciascuna professione e della situazione sanitaria e logistica in vigore.

Quindi non è possibile con certezza capire  la  modalità d’esame: unica, classica o addirittura  una terza modalità (modalità di svolgimento diverse da quelle ordinarie, ivi comprese modalità).

La discrezionalità del ministero è ampia, dovremo aspettare i decreti attuativi,  erano previsti per marzo 2023.

Consigliamo di cominciare subito, di prepararsi sul progetto architettonico lettura o redazine (storia, tipologie, composizione, disegno), utile per ogni tipologia di modalità.

Ti ricordiamo inoltre i nostri corsi ottimizzati per ogni tipologia di modalità d’esame.

http://www.corsoesamedistatoarchitetto-online.com/

________________________________________________________________________

Se hai problemi per affrontare i punti suindicati, e vuoi ottimizzare i tempi, potresti valutare la possibilità di frequentare un corso per la preparazione dell'esame di stato di architetto o singole lezioni su ogni argomento legato alla professione di Architetto / Pianificatore Territoriale e/o alla prova d’esame.

________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________

Pubblicazione gratuita di libera circolazione. Gli Autori non sono soggetti a compensi per le loro opere. Se per errore qualche testo o immagine fosse pubblicato in via inappropriata chiediamo agli Autori di segnalarci il fatto è provvederemo alla sua cancellazione dal sito

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*