Miti, falsità, leggende, improvvisatori, cugini, tutti concorrono a creare il caos intorno all’EdS.

Proviamo a fare chiarezza.

L’esame di Stato sarà eliminato a breve?

Essendo l’esame di stato per alcune professioni riportato sulla Costituzione Italiana (art. 33 comma 5), per eliminarlo vi è bisogno di una modifica costituzionale o un colpo di Stato.

L’esame di Stato serve?

Per lo Stato Italiano serve, infatti l’esame di stato ti abilita a una professione, nel nostro caso  di Architetto, lo Stato italiano ti consegnerà una timbro con quello potrai commettere una marea di cazzate se non lo utilizzi bene. Infatti passerai dal mondo dei sogni  e del codice civile, al mondo del lavoro e del codice penale.

Gli ordini professionali servono in Italia?

Gli ordini professionali nascono per tutelare la professione il tuo lavoro, storicamente dalle antiche corporazioni, quelle che hanno costruito il più grande patrimonio di beni culturali nel mondo.

Decisamente gli ordini professionali sono una grande conquista.

Ma nel mondo non esistono?

Non è detto che quello che fa il resto del mondo è una cosa sana e giusta, infatti nella civilissima Londra non esiste una normativa antincendio restrittiva come quella italiana.

Detto questo,  è falso che non esistono, gli ordini professionali sono sostituiti talvolta dalle associazioni, decisamente più farraginose e più costose, organizzazioni piramidali.

Visto il  contesto internazionale, gli ordini professionali come sono strutturati in Italia sono sono una grande conquista, relativamente semplici.

Anzi con l’abilitazione italiana potrai lavorare facilmente in Spagna e in Germania potrai immediatamente professarla.

Ma che serve disegnare a mano, sapere dove si mettono i pilastri, progettare un appartamento, una fondazione, una scala, …sapere la SCIA, il PdC?

Infatti a un veterinario non serve.

Torniamo all’esame di stato, superano  solo i raccomandati?

Se esistono questi illeciti amministrativi, in Italia  noi non lo sappiamo; in ogni caso certamente in misura molto minore agli usi e costumi Italici, per il semplice fatto che è uno dei pochi  concorsi che dura otto ore tra china e squadre.

L’esame di Stato è per iniziati?

Il termine iniziazione identifica un inizio. Il verbo relativo, iniziare, sta a significare l’avviare una particolare azione o evento.

Praticamente si. E non stiamo parlando delle tracce improbabili preparate da Dan Brown…quelle sono un’altra cosa.

Quanto costa l’esame di Stato?

Sommate tutte le ore perse in giro su internet a cercare materiali. Sommate il tempo perso per sterili discussioni intorno al calcolo del volume. Sommate il costo della ricerca del “libro della verità”. Sommate il tempo perso negli studi professionali per estorcere delle informazioni utili dal vostro architetto/datore ( però di solito il datore paga).

Sommate il tempo perso per cercare di codificare gli ideogrammi lessicali dell’appunto trovato.

Sommate i soldi spesi delle tasse ogni volta che vi hanno bocciato.

Sommate le umiliazioni da parte del tuo docente durante “l’assistentaggio” post-laurea.

Sommate il tempo per cercare la mitica raccomandazione.

Sommate quel”vedi …all’università…non vi imparano niente”.

Sommate quel”..per i soldi architè..… poi vediamo”

Sommate quel” non ti posso pagare, perché ancora non hai il timbro…sai le norme, i codici, la crisi mediorientale”

Sommate quel “ certo che ti pago basta..che ..mi porti lavoro, non ti preoccupare il timbro te lo metto ..io”

Sommate quel ”vedi tuo cugino/a…già si è sistemato” .

Ps:…non è che poi anche con il timbro le cose cambino molto, però vi permette di allargare l’aliquota delle persone che potete mandare ad arare nei campi.

Ci raccomandiamo  poi di aderire alla campagna di sensibilizzazione dell’italiano per il rispetto dei lavori creativi.

L’Università prepara per la professione?

L’università ha il compito di preparare la base culturale e la conoscenza.

L’Università prepara per l’esame di Stato?

Non è compito dell’università preparare per esame di stato, per aderire al mondo del lavoro  occorre una preparazione post-universitaria attraverso il tirocinio, formazione e la metabolizzazione della coscienza.

Frequentando uno studio professionale, supero l’esame di stato?

Frequentandolo un paio di anni, tra risatine del geometra, gli sguardi del marpione di turno, gli isterismi dell’architetto capo..e della moglie/compagna/amante (dell’architetto capo) ……..forse.

Tuttavia il problema oggi,  è trovare uno studio disponibile per il tirocinio.

Che tipo di impegno ci vuole per superare l’esame di  Stato?

Occorre un impegno “fisico” oltre che “mentale”.

Un impegno fisico, per svolgere gli esercizi a casa, per passare dalla tastiera a pennini e squadrette.

Un impegno fisico da ritagliarsi, tra gli impegni lavorativi, la famiglia, le cene, o la preparazione al matrimonio.

Serve frequentare un corso?

Chiedete a chi lo ha frequentato, possiamo dire che ti apre un mondo nuovo in poco tempo.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*